Francesca Semerano
« < >

New light - New York


ita - Camminare a lungo sola con un obbiettivo e senza una meta, perdermi e ritrovarmi mi ha portato a scoprire una NY nuova, dove la chiarezza vince sul caos e il silenzio copre il rumore. Mi ha preso un’atmosfera sospesa in un tempo dilatato in cui la foto non è solo un momento del presente, ma anche del passato e del futuro. Assumo la consapevolezza di voler negare lo scatto dell’attimo fuggente. Il divenire mi si mostra come un’apparenza perché l’essenza di queste immagini sfugge ad una catalogazione temporale e può venire dal passato, essere nel presente, proiettarsi nel futuro. Ad una lettura successiva allo scatto mi rendo conto che il punto di fuga è divenuto metaforicamente un percorso esistenziale. La figura umana dunque è presente, ma si perde in un vuoto fatto di luce; il gesto dell’uomo, impercettibile in una visione globale, attraverso l’immagine diventa permanente, in un bianco che buca la materia.

eng - Walking alone for a long time with a goal and without a destination, losing and finding myself has led me to discover a new NY, where clarity wins over chaos and silence covers the noise. A suspended atmosphere in a dilated time takes me; the picture is not only a moment of the present but also of the past and the future. I am aware of denying the click of the fugitive moment. The becoming is an appearance because the essence of these images go out from the temporal cataloging and can come from the past, be in the present, project into the future. At a later reading, I realize that the escape point has metaphorically become an existential path. The human figure therefore is present, but it is lost in a vacuum made of light; man's gesture, imperceptible to a global vision, through the image becomes permanent, with a white that holes the matter.
Link
https://www.francescasemerano.it/new_light_new_york-p22014

Share link on
CLOSE
loading